Bioma Foresta Pluviale Tropicale

mostra/nascondi parole da ricordare

Adattamento: struttura o comportamento che aiuta un organismo a sopravvivere e riprodursi.

Alberello: giovane albero.

Epifita: pianta che cresce su un'altra pianta o oggetto senza rubare la sua acqua o sostanze nutritive.

Pianta rampicante: pianta con un gambo lungo che può arrivare lontano e salire molto in alto, purché abbia una struttura su cui può crescere.

Animali tutt’intorno

Indonesian jungle

La foreste pluviali hanno diversi strati, come il sottobosco e la copertura delle chiome degli alberi. Clicca per maggiori dettagli.

Ora sappiamo perchè le foreste pluviali si chiamano proprio così, ma come può un bioma contenere così tanti animali? Parte del segreto ha a che fare con tutti i diversi strati di una foresta pluviale. Esatto, una foresta pluviale non è tutta uguale. Se osserviamo una foresta pluviale dall'alto verso il basso, possiamo notare come animali e piante possano vivere in molti habitat diversi in un solo bioma.

Dall'alto

Rainforest canopy

Le cime degli alberi possono formare uno strato denso di rami e foglie, chiamato chioma. Immagine di Ben Sutherland.

Molti degli alberi alti in una foresta pluviale crescono sparati verso l’alto e hanno solo rami e foglie vicino alla cima.

Con tonnellate di alberi affiancati in questo modo, le cime degli alberi creano una fitta coltre di foglie centinaia di metri sopra il suolo della foresta. Questo strato frondoso della foresta è chiamato “copertura forestale” e blocca gran parte della luce del sole, ombreggiando gli strati sottostanti.

Mentre guardiamo i tronchi degli alberi, troviamo le piante rampicanti che crescono dal terreno e si avvolgono gli alberi. A volte queste piante rampicanti arrivano dalla base dell'albero fino alla luce del sole oltre la coltre di foglie.

strangler fig

Questa grande pianta rampicante, chiamata “fico strangolatore”, cresce in uno schema incrociato attorno ad un albero. Immagine di L. Shyamal.

Tuttavia, una pianta rampicante speciale chiamata “fico strangolatore” raggiunge la copertura forestale e scende fino a terra. Altre piante chiamate “epifite” possono anche crescere senza mai toccare il suolo: attaccano le loro radici ai rami degli alberi invece che al terreno.

Se continuiamo a scendere verso i livelli ombreggiati più bassi della foresta, chiamati “sottobosco”, troviamo una forte competizione tra le piante che stanno cercando di crescere. Queste piante dipendono dalla luce del sole per crescere, ma con tanta ombra create dalla chioma, le aree con la luce del sole possono essere difficili da trovare.

A volte, quando un grande albero muore e cade, viene creato un leggero spazio vuoto e la luce solare colpisce il suolo della foresta. Nei punti di luce sul suolo della foresta, giovani alberi chiamati “alberelli”, che potrebbero aver lottato per sopravvivere nell'ombra per 20 anni o più, sfrutteranno l'opportunità per crescere rapidamente e cercare di raggiungere la luce solare che filtra dalla chioma.

Fino in fondo

Quando raggiungiamo il pavimento della foresta, centinaia di metri sotto la coltre di foglie che la copre, troviamo un sottile habitat fatto di resti provenienti da altri strati forestali.

forest floor

Il suolo della foresta ha uno strato di foglie morte e altre sostanze vegetali e animali. Immagine di Charles Kazilek.

Ciò che copre questo strato inferiore di terreno è il fogliame. Qualsiasi pianta morta o materiale animale che cade sul pavimento diventa cibo per funghi o batteri. In un giorno o due, questi microrganismi possono decomporre una foglia, o una buccia di banana, in piccoli pezzi che chiamiamo nutrienti.

Con così tante piante sul pavimento della foresta che hanno bisogno di questi nutrienti per crescere, i nutrienti non hanno la possibilità di penetrare in profondità nel terreno. Ciò significa che la maggior parte delle piante deve avere delle radici poco profonde per accaparrarsi i nutrienti appena si sono posati sul terreno. Questo è solo un esempio di molti trucchi speciali, chiamati adattamenti, che le piante mettono in atto per sopravvivere.


Immagini dviaa Wikimedia commons. Altre immagini di David Gärtner.

Vedi la citazione

Potrebbe essere necessario modificare il nome dell'autore per incontrare i formati di stile, che di solito sono "Cognome, Nome" subpage

Dettagli bibliografici:

  • Articolo: Anatomia di una foresta pluviale
  • Autore: Karla Moeller
  • Traduttore: Tamara Carsana
  • Editore: Arizona State University School of Life Sciences Ask A Biologist
  • Nome del sito: ASU - Ask A Biologist
  • Data di pubblicazione: January 31, 2019
  • Data di accesso: June 19, 2021
  • Sito web: https://askabiologist.asu.edu/anatomia-foresta-pluviale

APA Style

Karla Moeller. (2019, January 31). Anatomia di una foresta pluviale, (Tamara Carsana, Trans.). ASU - Ask A Biologist. Retrieved June 19, 2021 from https://askabiologist.asu.edu/anatomia-foresta-pluviale

American Psychological Association. For more info, see http://owl.english.purdue.edu/owl/resource/560/10/

Chicago Manual of Style

Karla Moeller. "Anatomia di una foresta pluviale", Translated by Tamara Carsana. ASU - Ask A Biologist. 31 January, 2019. https://askabiologist.asu.edu/anatomia-foresta-pluviale

MLA 2017 Style

Karla Moeller. "Anatomia di una foresta pluviale", Trans. Tamara Carsana. ASU - Ask A Biologist. 31 Jan 2019. ASU - Ask A Biologist, Web. 19 Jun 2021. https://askabiologist.asu.edu/anatomia-foresta-pluviale

Modern Language Association, 7th Ed. For more info, see http://owl.english.purdue.edu/owl/resource/747/08/
Gecko
Le piante pluviali possiedono tutti i tipi di habitat per gli animali, da quelli nelle cime degli alberi fino a quelli del sottobosco.

Be Part of
Ask A Biologist

By volunteering, or simply sending us feedback on the site. Scientists, teachers, writers, illustrators, and translators are all important to the program. If you are interested in helping with the website we have a Volunteers page to get the process started.

Donate icon  Contribute

 

Share to Google Classroom